Magliette a strati con reverse applique: coprire macchie

15

Read this post in: English

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Un po’ di tempo fa ho visto questa maglietta a strati meravigliosa. Già mi piace tanto mettere una maglietta a maniche lunghe sotto una a maniche corte, ma quello che mi piace di più di questo progetto è come copre dei piccoli buchi nel tessuto della maglietta usando reverse appliqué. Mentre mi piace già un sacco appliquè normale, le applicazioni, cucendo una forma di tessuto sopra una base di altro tessuto, trovo reverse appliqué (cioè, applicazione all’inverso), quando si taglia il tessuto sopra per esporre un tessuto diverso sotto, davvero bello, soprattutto quando fatti in stile Alabama Chanin. Avete visto il Alabama Stitch Book*? Ce l’ho ed è un libro molto bello che spiega questo stile bellissimo. Per fare la tecnica di Natalie Chanin si fa reverse appliqué con magliette recuperate (o il tessuto di jersey), opzionalmente si tingono i bordi tagliati del tessuto, e si cuciono a mano i due tessuti con un colore contrastante. L’effetto è semplicemente splendido.

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Così si fanno queste magliette a strati ma, invece di usare i colori per stoffa, si scolorano i bordi del tessuto con l’applicazione di un pochino di candeggina con un cotton fiocco (secondo il tutorial, ha avuto l’idea da questo post), sciacquando tutta la candeggina e poi cucendo insieme le due magliette (asciutte). Ho usato una maglietta color lilla noiosa (che avevo preso per fare freezer paint stencil insieme a queste altre magliette, ma poi non l’ho fatto più) e una maglietta a maniche lunghe color viola scuro. Mentre non avevo buchi nella maglietta superiore, aveva qualche macchia.

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Non ho creato uno stencil perché non ero sicura come posizionare le foglie e volevo essere sicura di coprire le macchie. Quindi ho piegato un depliant e ne ho tagliato alcune forme da foglia e le ho messe sulla maglietta, cambiando la loro posizione fin quando non ero soddisfatta. Poi ho disegnato intorno alle forme con un pennarello delebile per stoffa* (che prefersico a quelli che scompaiono all’aria perché così posso scegliere io quando cancellare le linee), ho tagliato le forme, applicato la candeggina (con un giornale dentro la maglietta per non macchiare il retro), sciacquato la candeggina e metto fuori ad asciugare. Purtroppo ho schizzato un pochino di candeggina in un paio di punti, quindi ne ho schizzato di più per farlo sembrare intenzionale. Dopo aver sciacquato la candeggina, mi sono resa conto che le forme tagliate si erano allargate. Mi preoccupavo che avrei dovuto buttare tutto il progetto, ma il giorno seguente ho indossato entrambi le magliette e con tanta pazienza ho fissato le due insieme con tanti spilli, aggiustando la posizione delle forme. Alla fine sono rimaste più larghe di quanto avevo pensato (e i bordi più chiari esaggerano questo effetto), ma almeno non erano deformate. Quindi consiglio di tagliare le forme più piccole di quanto le volete alla fine.

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Il giorno seguente, mentre stavo fuori con i bimbi che giocavano, mi sono messa a cucire a mano. Avevo scelto di usare quattro fili di filo da ricamo in modo che le cuciture sarebbero più visibili. Di solito non mi piace cucire a mano, ma devo dire che è stato piuttosto piacevole e rilassante stare fuori nel sole a guardare i miei figli e cucire con calma. Di solito cerco di lavorare il più veloce possibile con la macchina da cucire ed è stato bello cambiare passo. Credo proprio di doverlo fare più spesso!

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Quanto mi piace l’effetto dei ricami intorno ai bordi candeggiati e al reverse applique!

Layered reverse applique t-shirts: covering stains and holes

Che maglietta divertente! Molto migliore di ciascuna delle magliette da sola! Avevo considerato di tagliare gli orli del fondo e le maniche e anche il collo della maglietta sopra per farli arrotolarsi un po’, ma alla fine non ne ero sicurissima e quindi li ho lasciati com’erano. (Voglio aggiungere che non ho cucito le due magliette storte nonostante quello che sembra dai colli non allineati. Si era scattata la foto dopo una lunga giornata e ero un po’ disordinata!) Sono così contenta di aver finalmente usato questo tutorial e questa tecnica!


Domanda del giorno: Qual’è la tecnica di decorazione che preferisci?

Questa è una domanda molto difficile per me perché ce ne sono tante che amo! Mi piace moltissimo l’effetto di applicazioni, ma mia piacciono molto anche il ricamo e perline quando non esaggerato.

*Questo post contiene link di affilliazione.

15 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here