Tre giocattoli di strade fai-da-te per bimbi

15

Read this post in: English

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Entrambi i miei figli amano giocare con le macchinine, ma il mio piccolo in particolare. Sul serio, ci sarà davvero qualcosa nel DNA dei maschietti che gli fa attirare dalle macchine perché sono sicura che nessuno di noi gli ha condizionato a questa preferenza. La settimana scorsa è stato il compleanno del mio Nicky, pochi giorni prima di Natale, quindi ho deciso di creare due giocattoli di strade fai da te che sapevo che sarebbero piaciuti molto a lui, alla sorella e a tutti i bimbi che vengono a casa nostra. Cavolo, piacciono perfino a me! E una cosa ancora più bello di questi progetti? Utilizzando solo materiali di recupero e cose che avevamo già in casa, ho speso un misero €1,50! E in questi giorni sono stati usati e amati più dei giocattoli costosi.

Nicky ha ricevuto quello che si  vede sopra la mattina del suo compleanno. Che cacchio c’era dentro? Continua a leggere per scoprirlo!

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Quando si apre la borsa di pantalone, escono segmenti di strade da gioco!

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

E dentro la scatola ci sono tantissimi cartelli stradali piccolini!

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Nessuna di queste due idee era mia in origine, anche se ho fatto qualche piccola modifica ad entrambi. Ho visto l’idea di tagliare jeans vecchi per creare segmenti di strade montabili da  Lil Mop Top, ma ho deciso di creare un look più da asfalto con jeans neri. Quel €1,50 che ho speso è stato per i tre jeans neri che ho comprato al mercato dell’usato.

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Ho tagliato un rettangolo alto 10 cm (4″) da una scatola dei cereali e l’ho usato per disegnare le parti delle strade sui jeans con il gesso da sarto. Ho creato diversi tipi di curve e incroci, e una varietà di lunghezze di segmenti di strade dritte. Li ho tagliati e cucito i bordi con la macchina tagliacuci (e un punto zig-zag semplice sugli ultimi, perché si è fatto tardi e cominciavo a litigare con la macchina tagliacuci) per evitare che i bordi si sfilacciassero.

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Mentre cucivo i bordi, la mia piccola aiutante (ovvero Sofia, ovvero la sorellona) ha dipinto le strisce in mezzo alle strade con la pittura bianca acrilica. Poi abbiamo avuto l’idea di creare parcheggi e strisce pedonali. Secondo me, le imperfezioni della pittura rende ancora più carine le strade. E in più, Sofia era contentissima di aiutare!

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Vedi come si mettono insieme le strade? Che bellino! (Mi piace anche come il bus a due piani è della stessa dimensione della Fiat 500 e più piccolo della Smart. Ha!)

Mi sono resa conto di avere bisogno di una borsetta da contenere le strade, quindi ho cucito chiuso il fondo di un pezzo di sopra di jeans rimasto e ci ho applicato qualche automatico per poterlo chiudere. Perfetto!

 Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Per aggiungere al divertimento, abbiamo fatto circa un miliardo di piccolissimi cartelli stradali. Erano super semplici da fare grazie ai cartelli stradali scaricabili gratuitamente da Doodles and Jots. Certo, sono i cartelli statunitensi, non quelli europei, ma per noi non è un problema questo. Puoi trovare quelli normali qui, quelli “ecologici” qui, e altri di storie di fiabe qui.  Li ho stampati sulla carta normale, incollati sul retro di scatole di cereali e li ho tagliati. Ho fatto blitz nella collezione dei miei suoceri di tappi di plastica e ci ho fatto dei fori nel centro con un rompighiaccio. Ci ho fissato sul retro degli stuzzicadenti con lo scotch (poi con la colla calda perché si staccavano), poi li ho inseriti dentro i tappi. Ecco fatto! (Di nuovo, con l’aiuto della sorellona.)

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com
Quanto è divertente giocare con questi due progetti insieme! Puoi costruire delle città grandi!

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Città con parcheggi e vicoli ciechi…

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

…tornanti in strade di montagna…

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

…macchine che aspettano con pazienza mentre personaggi del presepe attraversano la strada nelle strisce pedonali (si vede che non sono strade di Napoli)…

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

…zone con orsi…

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

…e il preferito del mio piccolo: zone di lavori in corso.

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

Un’altra idea molto carina da fare per i bimbi che amano giocare con le macchinine è di creare un semaforo che cambia colore! No, non ci vogliono conoscenze elettroniche, solo un paio di tubi recuperati dalla carta igienica e/o dallo scottex e qualche pennarello! Giada di Quando Fuori Piove spiega come fare un semaforo che sta in piedi e si gira per cambiare colore…

Three DIY street toys from repurposed materials for kids who love cars! Toy streets, street signs and a stoplight | www.cucicucicoo.com

…e la tua persona piccola preferita potrà dirigere il traffico come vuole! (Mia figlia ha fatto questo semaforo un paio di anni fa, prima di fare le strade di jeans, e perciò si vede usato con un tappettino/trapunto di strade, non le stradine nere, nella foto sopra.)

Le feste sono quasi terminate, ma c’è ancora l’Epifania, quindi una combinazione di questi tre giocattoli di strade fai da te sarebbero un’idea regalo fantastico per i bimbi dalla Befana! Altrimenti, un regalo di compleanno che donerà ore e ore di divertimento ai bambini!


Domanda del giorno: Com’è andato il Capodanno? 

Confessa, hai pensato che mi ero dimenticata di farti gli auguri di capodanno, vero?! La mia vigilia è stata piuttosto tranquilla, mangiando e giocando con la famiglia di mio marito. L’ultimo dell’anno 2014 è iniziato con una sorpresa: la neve! Vengo dal nordest degli Stati Uniti, quindi sono cresciuta con tantissima neve, ma da quando mi sono trasferita a Napoli nel 2001, non mi ero mai più svegliata la mattina per trovare la neve fuori! (Puoi vedere una foto sulla mia pagina Facebook.) Quindi, tanti auguri per un 2015 pieno di nuove possibilità per tutti noi! Buon anno nuovo!

15 COMMENTS

  1. This is genius! My niece’s little boy turns 2 in March and I gave him a car for Christmas. He loves wheels and music! It’s designed by an Italian manufacturer, made in China of course, but it was such a hit! I’ll have to keep this idea for when he’s a little older. I told her it was his first Italian sportscar. It’s really cute, red with yellow bumpers, doors open upon impact but he was laying on the floor moving his new toy around on the carpet all afternoon-it kept him amused which is not easy for this age group. Thanks for the great idea and I welcome anymore for little boys as they are difficult to find things for. Girls are so much easier in that respect. I was the oldest of four girls, so boy-things are not easy for me to come up with.

    • Yes, it is definitely hard to keep such little boys focused for very long. And I agree that it is often very hard to figure out what to give boys, even more so if you’re making gifts yourself!! I usually end up caving in and buying gifts for boys because I can never figure out what to make for them.

  2. che belle queste strade componibili!
    tempo fa avevo cucito per il mio bimbo grande un portamacchinine, utilizzando sempre dei jeans vecchi (… che non devo neanche comprare al mercatino dell’usato perchè ormai le mie amiche quando eliminano i jeans invece di buttarli li portano direttamente a me!!! Non devo neanche più chiedere!) e con una piccola strada fatta con il feltro.
    Mi sembrava una cosa geniale e utile, perchè si sa che non si può uscire di casa se non si ha almeno una macchinina in ciascuna mano, più un paio di scorta in ogni tasca, giusto? In realtà entrambi i miei figli non l’hanno mai usato per “portare” le macchinine, (che hanno continuato a stare in mano e cadere a terra continuamente), però hanno molto apprezzato la stradina che c’era sopra. Credo proprio che se realizzassi una cosa del genere impazzirebbero!

  3. My 3 year old daughter was playing with a dolls house at her prospective primary school yesterday – a reception teacher commented to her that she wasn’t much up on girl’s toys as she only had sons at home and was more used to footballs and Lego (I know!) I replied that we had a range of toys including those at home. Her response was to assume that my daughter had older brothers – I felt obliged to contradict her and point out to her that toys are not gender specific at which point she just walked away. Thank goodness she’s not my daughter’s teacher next year. The labeling of toys to conform to gender stereotype appears to be affecting educated adults too – let toys be toys!

    • Geez, no kidding! It’s particularly frustrating when teachers have these stereotypes, too, and reinforce them in schools. I don’t think that my son’s teachers have ever said anything about the toys he plays with (as far as I know), but he has gotten somewhat harrassed at school, in summer camp, in the pool, etc. about his love for the color pink and wearing nail polish on his toenails. I say, if he likes it, then it’s great, but not everyone sees things the way I do!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here