Me-Made-May 2014: Quello che ho indossato 24-31 maggio

10

Read this post in: English

Ce l’ho fatta! Oggi è l’ultimo giorno della quarta settimana, e quindi del mese, di Me-Made-May 2014 e sono riuscita a portare a termine la mia sfida di vestirmi ogni giorno con almeno un capo che ho fatto, refashionato o decorato. Potete vedere la prima settimana qui, la seconda settimana qui, e la terza settimana qui.

Questo anno ho fatto una sfida più difficile, con la scelta di indossare almeno un capo ogni giorno senza darmi la possibilità di fare la cosa più semplice di portare solo un accessorio come ho fatto l’anno scorso. Per questo ci voleva più sforzo da parte mia e c’era anche il tempo che non mi ha aiutato, col fresco e pioggia quasi tutto il mese, e non avendo tanti vestiti adatti a questo tipo di clima. Ero anche più occupata con circa un migliaia di altre cose e progetti da fare, quindi non avevo sempre tanta voglia di pensarci a quello che mi mettevo la mattina.

Questo, però, mi ha fatto aprire gli occhi ancora di più. Il senso di questa sfida non è solo di indossare quello che fai con orgoglio, ma anche di essere più consapevole di quello che indossi e considerare da dove vengono i tuoi vestiti. Mi piace pensare che ho un bel po’ di vestiti e accessori che faccio io e indosso regolarmente, ma questa esperienza mi ha fatto rendere conto di quanti vestiti proveniente dalle fabbriche del terzo mondo ho ancora. Mi ha fatto pensare molto e mi spinge di più a fare i miei vestiti o comprare solo di seconda mano. (Ho fatto una promessa circa un anno fa di comprare di nuovo solo scarpe, calzini, mutande e giacche. Ma spero presto di fare alcuni di queste cose io stessa!)

Me-Made-May 2014: What I wore May 24

24 maggio 2014

Non avevo considerato quando mi sono messa in posa che la spada-palloncino fosse un po’ fallica…

Me-Made-May 2014: What I wore May 25

25 maggio 2014

Me-Made-May 2014: What I wore May 26

May 26, 2014

Ad Ikea mentre i bimbi giocavano. (Avete visto questo instagram di quello che fanno ad Ikea?)

Me-Made-May 2014: What I wore May 27

27 maggio 2014

Una giornata molto stressante. Forse avete visto il mio post sconvolto su Facebook perché non vedeva più il mio sito. Quello che non ho condiviso pubblicamente è che non riuscivo ad acceddere nemmeno alla dashboard o panello del hosting per fare cambiamenti. Dopo ore di aver provato cose diverse, live chat con il mio hosting e aiuto da un amico informatico, sono riuscita a rendere tutto di nuovo visibile. Quindi era mezzanotte passato quando mi sono ricordata della foto del giorno.

Me-Made-May 2014: What I wore May 28

28 maggio 2014

Avevo ancora adosso dello stress residuo dal giorno precedente e cominciavo a sentirmi un po’ stanca con questa sfida. Quindi un’altro giorno è passato dimenticandomi della foto. (Queste luci con pannello solare che avevamo preso un paio di giorni prima da Ikea funzionano molto bene!)

Me-Made-May 2014: What I wore May 29

29 maggio 2014

Me-Made-May 2014: What I wore May 30

30 maggio 2014

Me-Made-May 2014: What I wore May 31

31 maggio 2014

Ce l’ho fatta fino alla fine del mese! Urrà!

10 COMMENTS

    • Grazie, Anais! A volte penso di non avere molto stile, ma poi mi ricordo che non c’è bisogna di avere lo stesso stile delle riviste di moda per avere uno stile personale! 🙂

  1. Spettacolare!
    Ce l’hai fatta anche stavolta 🙂
    Due soli commenti: la spada, in effetti, mi aveva stupito molto! Prima che la pagina si caricasse completamente ho avuto un’attimo in cui ho pensato: “Apperò….” poi ho visto l’impugnatura e ho capito che non era ciò che sembrava a colpo d’occhio! Mi è scappata una risata 😉
    Seconda cosa: meno male che martedì si è risolto tutto bene… per un attimo ho temuto il peggio (e il mio blog non si vedeva pure lui… come ben sai! Ho temuto un attacco generalizzato da parte del Grande Fratello Orwelliano…)
    Bacio,
    I.

  2. Lisa your outfits are wonderful! You looked great all challenge long and I’m so pleased you took part again and amped up your pledge. I think it’s great that your month was busy, because as you say, dressing me-made and second-hand should be a way of life, not just when we’ve got time for it! xxx

    • Yes, I totally agree, that dressing me-made and second-hand should just part of everyday life, the rule, not the exception! That’s when you start really making your bit of difference in the world! Thanks for stopping by, Zoe!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here