Limoni tutto l’anno: Come conservare i limoni sotto sale

12

Read this post in: English

Limoni tutto l'anno: Come conservare i limoni sotto sale

E’ la stagione di agrumi per chi di noi abita nel sud dell’Italia. Mentre è fantastico ricevere montagne di limoni, arance, mandarini, clementine, pompelmi e cedri biologici dai nostri amici con gli alberi, spesso ne abbiamo talmente tanti che non sappiamo che farne. Nel passato ho fatto grandi quantità di limoncello, arancello, marmallata di limone e zenzero, marmallata di arance e limoni, ma quei tipi di liquori non sono i nostri preferiti (dammi un finocchietto, però, e sono contentissima!) e non mangiamo molta marmallata in casa. L’anno scorso ho cominciato a fare polverine con le bucce di agrumi, un modo semplice di aggiungere un tocco di sapore in più a tante pietanze. Poi ho visto l’idea di conservare i limoni in sale, che mi incuriosiva molto, quindi ci ho provato con diverse variazioni. La buccia conservato ha un sapore forte e particolare quindi ne serve solo un pochino tagliato sottile nel piatto. Aggiunge una dimensione in più meravigliosa a tanti piatti ed è un modo per poter usare i tuoi limoni per altri sei mesi più o meno. Ed è la preparazione di agrumi più semplice che ho fatto fin’ora. Ti sei incuriosito anche tu? Continua a leggere!

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Prepara quello che ti serve: alcuni limoni biologici (lavati e asciutti), sale grosso, un barattolo grande con tappo (entrambi sterilizzati), tagliere e coltellino. L’anno scorso l’ho provato anche con pompelmi, che è andato benissimo anche se preferisco il sapore del limone conservato. (A mio marito è piaciuta la versione con pompelmo di più che a me.) Alcune ricette dicono di mettere i limoni in ammollo prima di conservarli per togliere tracce di amaro, ma ho fatto in entrambi i modi e non ho notato una differenza, quindi non ti preoccupare di quel passo.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Prima togli parti con un po’ di gambo ancora attaccato.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Poi taglia i limoni a spicchi. Ho scelto di tagliarli prima a metà perché avevo trovato che a volte uno spicchio fosse troppo per me da usare. Ho anche provato ad usare limoni interi con dei tagli, come avevo visto da qualche fonte, ma ho trovato che non si conservavano bene quanto i limoni tagliati.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Aggiungi uno strato di sale nel barattolo, coprendo il fondo.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Poi comincia ad aggiungere i segmenti di agrumi facendo strati alternati con il sale. Vuoi schiacciare gli spicchi il più possibile.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Continua a fare strati alterni di limone e sale fino ad arrivare alla bocca del barattolo. Spingi lo strato superiore di sale verso il basso il più forte possibile. Vuoi che i limoni lasciano il succo. Se riesci a fare lo spazio per un altro strato di limoni, aggiungili. Se no, copri con un altro po’ di sale.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Metti il tappo e posa il barattolo in un posto fresco e asciutto per almeno un mese prima di usare i limoni.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Se guardi il barattolo il giorno seguente, dovresti notare che il succo di limone ha cominciato ad uscire, sciogliendo la parte di sale più in basso. Perfetto, dovrebbe essere così! Il succo di limone salato conserva la frutta e buccia, mantenendole e donandole quel gusto speciale anche fino a sei mesi dopo. Potresti voler togliere il tappo e premere di nuovo il sale sopra per far lasciare più succo, o gira sotto sopra il barattolo un paio di volte per fare circolare il succo.

**aggiornamento 21/1/16**: Sono diversi anni oramai che preparo questi limoni, e ora consiglio di versare il succo di metà limone, o uno intero se ci vuole, sullo strato superiore di sale quando si preparano. È molto importante che il succo di limone saturi il sale in tutto il barattolo. Un paio di volte mi è successo che non bastava il succo in cima al barattolo e ho dovuto buttare via gli spicchi di limone più in alto perché si sono fatti marroni.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Dopo circa un mese i limoni saranno pronti da usare. Saranno morbidi e avranno questo aspetto.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Non buttare il sale rimasto da sopra! A me piace metterlo in una ciottola per poterlo usare quando serve per l’acqua della pasta o il riso, o da aggiungere a brodo o altre cose che preparo. Ha un tocco di gusto al limone.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

L’unica cosa scocciante dei limoni conservati sotto sale è il fatto che bisogna ricordarsi di toglierli dal sale prima che servono. Sciacquali sotto acqua corrente e lasciali una ventina di minuti in una ciotola d’acqua, se no saranno troppo salati da sopportare.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Dopo averli lasciati in ammollo, si toglie la buccia, buttando quel poco di polpa rimasta. Per avere il sapore più intenso, si usa solo la buccia esterna gialla, non la parte bianca della buccia. A volte ho usato tutta la buccia, compresa la parte bianca, e così mi è piaciuto, anche se il gusto non è intenso quanto solo l’esterno. Taglia la buccia a strisce e aggiungile direttamente sopra la pietanza nel piatto.

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

Con quali piatti usare il limone conservato? Tantissimi! Pesce, riso, verdura– non c’è limite! Hai mai preparato un pasto con un ingrediente che non ha molto sapore suo? Mettici sopra un po’ di limone conservato sotto sale per aggiungere quella botta di sapore! Io l’ho usato sui fagioli in fricassea…

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

… pasta con pesto di zucchine e menta

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

… bruschette con pesto di zucchine e menta avanzata…

Eat lemons all year: How to make salt preserved lemons

… e zuppa multicereali con fagioli, tra tanti altri piatti. Sia creativo! Un paio di cose: Se noti che i limoni non sono coperti di liquido, cerca di schiacciarli verso il basso per coprirli. Se si seccano e si fanno scuri, bisogna buttarli… e aspettare con ansia la prossima stagione di agrumi per farne ancora!

12 COMMENTS

  1. Mmm, my mouth is watering even as I type. Over here in England we can get citrus fruits pretty much all year round. this would be good to do though when prices are cheap. Buy up. Salt up. Eat up. Thank you sharing this delicious tip with us.

    • Well, I guess here we can get them all year round, too, but there’s no comparing freshly picked in-season local lemons with the tiny imported out-of-season ones! Plus, seeing as I live in an area where they grow everywhere, I make it a point to not ever buy them! Let me know if you try these!

  2. Here is California we have Meyer Lemons which are thin and shiny skinned. Would this method work with this variety as I noticed yours were very thick skinned-a lot of white area whereas there’s practically no white area on the Meyer’s. Does it matter if you use table salt, kosher salt, sea salt? Thank you for providing uses of the preserved lemons as I’ve seen them preserved before, but with no idea how to use them, I wasn’t interested, but know that I see what suggestions you have, I might try it. Thanks again.

    • Hi Rosemary,
      I’ve heard of Meyer Lemons, though I had no idea what made them any different from other lemons before this. But they work just fine for salt-preserving! Really the only part you eat is the outer peel, so they’re perfect. I’ve actually seen other tutorials for this using Meyer lemons and it’s worked for them, so go for it! I actually had the same thing happen to me last year when I started making these. I didn’t really understand how to use them, but then I learned quickly! They’re very versatile so just be creative and try them on different dishes! Let me know how it goes! 🙂

    • Ciao Rossana, certo che il procedimento non è “mio” perché è un processo che si fa in alcune culture da centinaia di anni. Ma questo vale anche per tante altre cose. Ad esempio, anche se ho pubblicato una ricetta per il limoncello, ovviamente non ho mai fatto finta di averla inventato io. Ma, allo stesso tempo, non cito una fonte perché ho imparato entrambe queste procedure da più persone, ricette, siti, ecc, e poi le ho elaborate in qualche modo, e poi aggiungo delle note sulla mia esperienza personale che potrebbe essere utile agli altri. Non sto copiando un testo o una ricetta da qualcun altro. Io sono sempre molto attenta a citare SEMPRE le fonti perché credo fermamente nella correttezza in rete e spero sempre che gli altri fanno altrettanto per me! 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here