Furoshiki: Il pacco regalo di stoffa giapponese riutilizzabile

17

Read this post in: English

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Per la seconda parte della mia guida alle confezioni regalo ecologiche, vi faccio vedere qualcosa che volevo fare da anni (ci ho parlato la prima volta qui): Furoshiki.

Questa tecnica giapponese prevede un quadrato di stoffa che viene avvolto intorno ad un oggetto o per trasportarlo o per fare una confezione regalo. In questo periodo lo sto vedendo parecchio su internet e ce ne sono diversi negozi che vendono questi quadrati a prezzi spropositati. Ma perché pagare tanto quando li puoi fare ad una frazione del costo?

Clicca per salvare questo progetto Cucicucicoo su Pinterest!

Non funzionano ugualmente bene tutti i tipi di tessuto per fare i furoshiki. Sono preferibili tessuti leggeri ma robusti. E’ preferibile se non siano trasparenti e  che il colore o la fantasia siano su entrambi i lati. I tessuti che ho usato in questo post erano nascosti nel sottotetto di mia nonna. Non li avrei mai usato per vestiti perché non sopporto il poliestere contro la mia pelle (o fantasie hawaiiane, peraltro), ma sono perfetti per questo uso. Ma se non hai già tessuto che vorresti usare, guarda altrove in casa o al negozio di seconda mano. Tende leggere, lenzuola e copripiumini sono tutti fonti eccellenti.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Ok, cominciamo! Come spiega Wikipedia, le misure più tipiche sono quadrati di 45 e 68-72 cm. Volevo usare il più possibile del mio tessuto, quindi ho separato i pezzi in due colonne, una larga circa 70 cm e l’altra circa 45 cm. Poi ho tagliato i quadrati da ciascuna colonna. Ho fatto anche qualche quadrato gigante di circa 110 cm per pacchi grandi, usando tutta la altezza del tessuto. Come faccio quadrati perfetti? E’ facile! Stendi la stoffa già tagliato della altezza desiderata, poi piega un angolo esterno su in diagonale per creare un triangolo.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Poi taglia lungo il bordo della stoffa. E’ semplicissimo con un taglierino a rotellina, ma le forbici normali vanno benissimo.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Qualche taglio e hai un quadrato! Se sei un po’ più attenta di quanto sono stata io qui, avrai un quadrato perfetto e non uno traballante come il mio. Ma onestamente non fa molta differenza se non è perfetto, quindi non ti preoccupare!

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Un trucco semplice per tagliare perfettamente senza misurare troppo è di strappare il tessuto. Piega la stoffa per formare il triangolo come sopra. Pratica un taglio all’inizio del bordo del triangolo ma, invece di tagliare fino in fondo, tieni ciascun lato del taglio in una mano e strappa attentamente fino in fondo.

Quando fai così, il tessuto si strappa lungo la maglia, creando una linea diritta. I bordi strappati saranno un po’ gonfi, ma basta passarci sopra il ferro da stiro. E comunque il mio tessuto ne aveva proprio bisogno, vero? (Si vede che non amo stirare!)

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Ora finiamo i bordi. La cosa più semplice è di cucirli con la macchina taglia e cuci. Passali dentro la macchina e hai finito. Se non hai questo tipo di macchina, puoi fare un punto zig zag semplice intorno ai bordi o, se hai un tessuto sottile, bordi piegati con il piedino adatto. Se no, piega ogni bordo dentro il meno possibile due volte, stira e cuci con un punto diritto. Se vuoi fare le cose proprio per bene, questo tutorial per gli angoli è fantastico e ti dà la possibilità di creare angoli perfetti.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

E ora la parte divertente: avvolgere! Puoi essere creativo e piegarli come ti pare. L’immagine sopra viene dal ministro dell’ambiente giapponese (ed è anche disponibile in formatto PDF) e da una panorama di tecniche classiche di base per piegare. Una buon’idea sarebbe di stamparlo da dare insieme al regalo confezionato con furoshiki in modo che il destinatario possa imparare come usarlo. Se non ti va di usare tanto inchiostro, si trova lo stesso diagramma in bianco e nero qui. Se vuoi altre tecniche ed istruzioni più dettagliate, furoshiki.com ha un database fantastico di tecniche di avvolgimento. Ecco tre dei miei modi preferiti per confezionare i regali:

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Yotsu Musabi.

Questo è molto semplice e il mio metodo solito. Posa l’oggetto in modo diagonale nel centro del quadrato.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Annoda due angoli opposti con un doppio nodo. Se i lati non sono uguali, annoda per prima gli angoli dove ci sono i lati più corti, così creando un primo nodo più piccolo. Poi annoda gli altri due angoli, creando un doppio nodo più grande che coprirà quello precedente. Ed ecco fatto! Molto più veloce che la carta da regalo usa e getta, non ti pare?

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Va benissimo così se devi dare il regalo direttamente ad una persona, ma stai ad una festa di compleanno o hai tanti pacchi sotto l’albero di natale, si confonderanno tra loro senza un biglietto da regalo con il nome. Quindi crea un biglietto con questo tutorial. Annoda i primi angoli del furoshiki e poi il primo nodo del secondo paio di angoli. Inserisci un angolo dentro il cordoncino del biglietto e fa il secondo nodo. Fatto!

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Otsukai Tsutsumi

A volte, se il tessuto è molto più grande dell’oggetto da confezionare, il primo nodo possa diventare troppo ingombrante sotto il secondo. In questo caso una buona soluzione è il Otsukai Tsutsumi. Per questo metodo basta piegare sopra (e sotto l’oggetto se necessario) i primi angoli e poi annodare i secondi angoli. Il mio sopra è un po’ strano perché il quadrato era davvero troppo grande, ma si capisce l’idea. Ora che ci penso, sarebbe stato meglio piegare gli altri angoli per prima invece di quelli delle foto. Gioca un po’ con il tessuto e arriverai ad un resultato che ti piace!

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

Entou Tsutsumi

Diciamo che il tuo oggetto non è un rettangolo, ma qualcosa di lungo, tipo un omrello da viaggio. In questo caso l’Entou Tsutsumi è perfetto. Posa l’oggetto in diagonale ad un angolo. Piega l’angolo sopra all’oggetto e arrotola completamente. Poi annoda i due angoli rimasti. Se le estremità sono molto lunghe, si possono portare al centro ma, invece di annodarle, girarle intorno a se stesse una volta e portarle intorno all’oggetto all’altro lato e annodare da quel lato.

Basta sprecare carta per le tue confezioni regalo! Un tutorial per fare il pacco regalo di stoffa giapponese, il Furoshiki, che viene usato tante volte senza sprechi per pacchi belli e colorati! www.cucicucicoo.com

I tuoi regali saranno davvero belli con poco sforzo una volta che hai preparato qualche quadrato e imparato qualche semplice tecnica di avvolgimento. Non ci sarà più bisogno di comprare o buttare carta da regalo e potrai educare le persone con le due decisioni di confezioni regalo. E se usi tessili riciclati e recuperati, non ti costerà un centesimo! Una situazione vantaggiosa a tutti!

Basta sprechi di carta! Ecco alcune idee fantastiche per fare pacchi di regalo belli ed ecosostenibili con materiali di recupero e/o materiali riutilizzabili! www.cucicucicoo.com

Non dimenticare di guardare le altre mie idee su confezioni regalo ecologiche per tante dritte per pacchi regalo senza sprechi!

Clicca per salvare questo progetto Cucicucicoo su Pinterest!

17 COMMENTS

  1. Stupendo!!!! E’ veramente una bella idea, non li avevo mai visti dei pacchetti così!!
    Vorrei provare ma non ho la stoffa, devo procurarmene un po’!! ^^

  2. Ciao Lisa,
    te l’hanno già detto che sei una miniera di consigli preziosi, vero?
    Questa volta mi riferisco in particolare al metodo per fare gli angoli perfetti che hai linkato nel tuo post.
    Però, tanto per cambiare, non sono sicura di aver capito bene tutti i passaggi 🙂
    1) faccio le due pieghe a 1″ e a 1/4″ su tutti i lati della stoffa
    2) piego CON MOLTA ATTENZIONE la stoffa diritto contro diritto lungo la diagonale che passa dall’incrocio fra le quattro righe formate dalle pieghe, poi faccio una piccola cucitura a punto diritto come per unire le due righe formate dalle pieghe ed infine taglio l’angolo
    3) rivolto
    4) cucio l’orlo
    Cosa dici, ho capito bene?
    Ed infine, ti “sfrutto” per aumentare la mia cultura sul quilt 🙂 : cosa significa fat quarters?
    Un bacione
    C.

    • Ciao, Chiara,
      Fat quarters sono tagli di tessuto a forma quadrata, grande un quarto di yard (un yard è appena meno di un metro). Si usano molto per poter variare tessuti nei quilt, e spesso si comprano già abbinati.
      Sì, hai capito bene le istruzioni. L’unica cosa su cui fare attenzione è il passo numero 2. la cuciture deve essere appena appena meno di 90° e non devi cucire fino alla piega.
      In bocca al lupo!

      • Grazie per la precisazione, in effetti mi domandavo cosa significasse esattamente “less 90°”: credo che intenda dire che la cucitura debba essere spostata appena appena più indietro, verso il centro della stoffa, per intenderci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here