Motociclista non-di-pelle

9

Read this post in: English

non sono riuscita a tradurre bene il titolo di questo post in italiano, scusatemi! in inglese “biker” può significare sia chi va in moto che chi va in bici, ed era questo doppio-significato che cercavo. poi questo post parla di un oggetto che va molto di più con immagine di un motociclista ma è fatto non di pelle nera, ma di qualcosa di scarto dei ciclisti: le camere d’aria!

un paio di anni fa ho fatto una borsa a mio marito con una sua vecchia camera d’aria e una cintura di sicurezza tagliata dalla nostra macchina rottamatta, poi l’anno scorso una cintura. da allora un negozio locale di riparazione delle bici ha cominciato a fornirmi di camere d’aria usate (e con molto piacere, visto che devono pagare per smaltirle), quindi mi diverto a pensare che cosa farne.

un’idea che ho avuto tempo fa (e poi ho visto anche da altri parti, ad esempio nel negozio reciclarté in udine, che ho trovato per caso l’estate scorso) era di farne bracciali tipo polsino.

sembra una cosa semplice, tagliare una lunghezza di camera d’aria e fare delle cuciture per tenerla piatta. ma non è così semplice e ho incontrato un bel po’ di problemi.

per prima non tutte le camere d’aria sono della stessa qualità. il chi vuol dire che si possono distorcere mentre si cuciono.

ne ho fatto ben quattro di una unica camera d’aria, tutti venuti male, prima di rendermi conto che si trattava della gomma più sottile e meno di consistenza. (mi chiedo se verrebbero meglio con un piedino doppio trasporto.)

poi con una camera d’aria migliore ho avuto problemi di tensione. ho cucito tutto quanto perché sembrava perfetto sopra, ma sotto i fili si erano incasinati! (peccato, perché mi piace quando c’è qualche segno per far capire il materiale qual’è, come quelle strisce.) ho pensato di recuperare il materiale togliendo le cuciture…

… e neanche quello è andato bene! tutti quei piccolissimi fori fanno strappare la gomma facilmente.

dopo diverse prove andate male, ho capito bene come fare questi polsini e ne ho fatti diversi. il primo è quello con un solo bottoncino a pressione (e la toppa arancione che mi piace troppo!), ma si rotano un po’ le due parti del bottoncino dove si attaccano, facendo che il polsino non rimane diritto, ma con una specie di punta dove si chiude. con due bottoncini rimane ben fermo. mi piace anche un sacco con la cucitura in un colore di contrasto. alla fine, nonostante le bocciature, sono rimasta molto contenta con questi accessori utili e recuperosi, ma anche, secondo me, belli!

9 COMMENTS

  1. sono davvero molto belli, anche se laboriosi. Il risultato finale mi pare perfetto. Sei stata fortunata a trovare chi ti regalasse le camere d'aria, io ho provato a chiederle in un paio di laboratori di riparazione e mi hanno sempre risposto di no……

  2. davvero hanno detto di no?! che strano. a me hanno detto che devono pagare per smaltire quelle usate/rotte/vecchie perché sono rifiuti speciali, quindi se loro se ne possono sbarazzare sono contenti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here