Conto alla rovescia dell’avvento: 4-5 dic (laminazione!)

Read this post in: English

…??? questo è il biglietto che mia figlia ha trovato nel calendario dell’avvento ieri mattina. avete idea che vorrà dire? dovrete leggere ancora per sapere. per prima, ho una dichiarazione da fare: mia sorella a volte pensa che io sia una pattumiera. (sì, sto parlando di te, cara sorella!) ma non fraintendete… ne sono contentissima! oltre a parecchi vestiti molto carini (ad esempio, questa gonna), ma passa le cose più diverse fra loro. ad esempio una piccola laminatrice. insieme a due cartucce speciali: una che ha un film con dell’adesivo sotto per creare dei stickers e una con uno strato sottile di calamita tagliabile sotto. e quindi ogni tanto facciamo calamite molto simpatiche dai disegni di mia figlia, ad esempio questi che abbiamo fatto più di un anno fa:

december 4

mentre faceva i biglietti di auguri di natale, sofia ha detto che sarebbe carino fare delle calamite da spedire dentro i biglietti. era un’ottima idea perché sono molto sottili, non rompono e il peso è minimo. quindi il giorno dopo (4 dicembre) l’ho detto di fare dei disegni di natale, ma anche altri non natalizi se voleva.

l’ho fatto vedere come si passano attraverso la macchina (questa è la xyron 510).

ovviamente è successo proprio ora che volevo documentare la procedura che è finito il rullo magnetico in mezzo ad un disegno (ma non importa alla fine perché si attacca lo stesso e poi si taglia via il resto) e la plastica si è piegata un po’ di aria nel rullo nuovo. ma non mi era mai successo prima!

poi si tagliano le forme. (vedete? non si nota proprio le difficoltà dopo averli tagliati.)

l’unica cosa che non mi piace di questa macchina (a parte il costo delle cartucce) è che si spreca un bel po’ di materiale laminato sia all’inizio che alla fine di passare il foglio. ma io recupero sempre quei pezzi perché si possono sempre usare per fare altre calamite, incollandoci sopra altri disegni o applicandoci dei stickers.

december 5

l’attività di questo giorno è grazie ad un progetto di play at home mom che è stato fra i primi che ho aggiunto sulle mie bacheche di pinterest. si tratta di laminare le foto delle facce in modo che si può disegnarci sopra più volte con i pennarelli per la lavagna bianca.

ma questa volta ho usato quella plastica trasparente adesiva che si trova in rotoli nei negozi di ferramenta o dei vernici o nelle cartolerie ben fornite.

si stampa qualche foto grande del viso di qualcuno che vorresti prendere in giro e si attacca questa pellicola sul fronte e sul retro. pensavo di tagliare intorno alla testa, ma sofia voleva tutta la foto, quindi abbiamo solo tolto la plastica in eccesso. alla fine, aveva ragione perché così si può abbellire ancora di più.

all’inizio non era sicura che cosa fare, quindi l’ho aiutato. insieme abbiamo fatto lei (la foto originale si può vedere qui)… e l’insegnante macchia.

poi si toglie il colore con quel feltrino che spesso si trova nei pacchi dei pennarelli per lavagna bianca o uno straccio. non si toglie sempre perfettamente, ma si può anche usare un panno umido.

poi il piccolo voleva “boobie…again” (“tetta…ancora“), quindi l’ho lasciata da sola. ma ogni tanto veniva da me per farmi vedere la sua interpretazione di nicky (con i suoi colori preferiti sulla fronte e una verme che gli esce dal naso) …

… e di me (come rana che acchiappa le mosche con la lingua). (la foto originale sta qui.) ho pianto per le risate quando ho visto quest’ultimo! c’era pure mio marito, ma non pubblico le sue foto qui, quindi il suo ritratto rimane un segreto di famiglia!

questa carta adesiva è molto utile anche per altre cose. qualche mese fa l’ho usato per sistemare i pezzi di carta…

…di questo gioco degli anni 70.

li ho coperti tutti con questa plastica adesiva e ora sono protetti e quelli rotto sono ricomposti.

prima di laminarli, però abbiamo giocato a fare il panino più grande possibile…

… e di comporre i gelati più assurdi dal cono rotto. abbiamo fatto un sacco di risate, ma lo sapete che a lancusi, in provincia di salerno, c’è una gelateria che fa dei gusti inpensabili di gelato, e quindi alcuni di questi abbinamenti sotto ho pure provato? mi sono anche piaciuti i gelati a cipolla, a sedano e a finocchio (soprattutto a sedano, che era molto rinfrescante), ma quello a baccalà faceva proprio schifo!

altre notizie? vi ricordate del libro di tutorial di refashioning di cui ho parlato così bene? ora c’è un giveaway per vincere una copia gratis! chi sarà la fortunata…?

Leave a Comment