Tanta creatività ecologica di Elisa Nicoli

Read this post in: English

quando elisa nicoli mi ha comunicato che un suo libro mi potesse interessare, mi sono messa subito a cercarlo e ho trovato che c’erano anche altri due libri suoi, sempre di altreconomia, molto interessanti. mi ha proposto un baratto e quindi per un sacchetto delle mie mattonelle-domino, mi ha spedito addirittura tutti e tre i suoi libri! sono stata felicissima di avere l’opportunità non solo di leggere i suoi libri davvero fantastici, ma anche di conoscere un pochino elisa, che devo dire è una persona molto carina!

iniziamo dal più recente che sta trovando giustamente un grande successo! si tratta di “Questo libro è un abat jour”. la sua descrizione scritta è “manuale pratico per trasformare le cose. catalogo ragionato degli oggetti mutanti.” confesso, onestamente, prima di leggerlo non ero sicura quante idee potesse contenere che non avevo già visto online grazie a pinterest e pagine di facebook. ma è stato nient altro che un piacere immenso e molto istruttivo leggere questo libro. contiene un numero incredibile di progetti che sono o descritti (e a volte fotografati/illustrati) o menzionati con la fonte da internet o altro media sempre citato chiaramente. (apprezzo molto la correttezza dell’autrice nel citare sempre la fonte. quando uno prende ispirazione da internet soprattutto, è molto facile “rubare” le idee senza attribuire il merito a chi è dovuto.)

mi piace molto anche il suo layout. inizia con diverse pagine su perché e come recuperare e trasformare oggetti in disuso, poi comincia il bello: “progetti di ri-creazione: 15 cose che sono altre cose”. è qui dove si trova l’abat jour del titolo, ma anche tante altre idee con istruzioni ed illustrazioni chiare su come realizzarle.

segue una sezione su come arredare una casa in “stile upcycling”. elisa propone un ingresso, una cucina, una camera di letto, un salotto, un bagno e un giardino unici e pieni di fascino. anche se sono i progetti ad essermi più utili, questa è la parte del libro che mi ha più colpito. ti fa capire quanto è possibile rinunciare ai tantissimi oggetti che compriamo nei negozi per costruirli noi stessi in modo recuperoso.

poi viene una specie di abbecedario sul recupero che inizia con “A come… appendiabiti”. viene descritto in dettaglio un progetto (in questo caso una porta carta igienica), ma dopo ci sono tanti altri spunti su come utilizzare il materiale dato.

e come se non bastasse, alla fine ci sono le storie di quattro persone/gruppi con una passione per il recupero, una raccolta di persone/gruppi/corsi ecc italiani legati al recupero e finalmente un elenco di siti interessanti per l’argomento.

questo libro è ricchissimo di informazione e spunti. io l’ho letto con carta e penna sempre vicini per poter notare i progetti, fonti e persone che volevo approfondire (e ce ne sono tantissimi!)

“pulizie creative” è decisamente più piccolo di “questo libro”, ma non vuol dire che è meno ricco. si tratta di perché e come fare detersivi e cosmetici naturali a casa. di nuovo, confesso di aver pensato di sapere già moltissimo su questo argomento (si può leggere qualcosa sulla mia ricerca ed esperimenti qui), ma ancora una volta elisa mi ha insegnato un elenco lunghissimo di cose da provare!

il libro è diviso in due parti, una sulla pulizia della casa e l’altra sulla pulizia del corpo, e ciascuno di questi parti è divisa in due capitoli, il primo con informazioni sui prodotti industriali e perché fanno male e il secondo sulle ricette e tecniche casalinghe alternative. una cosa che mi interessa moltissimo è la produzione del sapone che si può usare in tanti modi, non solo per lavarsi le mani. elisa fa un lavoro notevole nel descrivere sia le problematiche del prodotto comprato in negozio che le tecniche casalinghe, sempre citando fonti.

l’unico punto negativo di questo libro è che non è sempre facilissimo ritrovare gli argomenti trattati, ma se fai degli appunti su un foglio durante la lettura con il numero della pagina, non ci saranno problemi.

il terzo libro si intitola “L’erba del vicino” e parla di come raccogliere e usare le erbe e frutti selvatici. confesso che non l’ho ancora letto perché non ho avuto il tempo, ma anche questo libro sembra molto ben fatto. c’è una specie di manuale con parecchie erbe selvatiche disegnate e descritte e poi segue una descrizione su come raccoglierle e usarle. e alla fine, come “questo libro…”, ci sono storie di persone che usano queste tecniche e informazioni su dove/come usarle in italia. posso immaginare questo libro molto utile mentre si sta in passeggio nelle foreste e montagne.

conclusione? ottimi libri per chi si interessa ad uno stile di vita ecologica e creativa! vi consiglio di cercarli o almeno di seguire la bravissima elisa su facebook. buona lettura!

Leave a Comment