Tovagliette bilingue

22

Read this post in: English

non so perché mi piacciono tanto le tovagliette. ma mi piacciono e già due volte le ho fatte per regali di matrimonio. il mese scorso si è sposata una mia cara amica statunitense con il suo compagno guatemalteco. non sanno ancora bene dove vivranno, quindi volevo fargli un regalo facilmente trasportabile in valigia.

perciò, una’altra volta le tovagliette. ma mica tovagliette qualunque! avevo già visto tempo fa delle tovagliette con le forme dei pezzi da apparecchiare, che mi sembrava un’idea carina (che potete vedere dai commenti su quel post). non mi ricordo mai io dove si dovrebbe posare gli elemeni della tavola, figurati un bimbo. ho anche aggiunto lo scritto dei pezzi in inglese…

…e anche nello spagnolo. dopotutto, si tratta di una nuova famiglia bilingue e biculturale. ma confesso: l’idea non è stata per niente mia. ho visto l’idea della tovaglietta bilingue da sew like my mom (blog fantastico, aggiungo) e si vede il mio entusiasmo sempre dal commento lasciato. ho fatto tutto come melissa, perfino copiando i puntini prima e dopo ogni parola scritta. le uniche differenze erano che ho usato colori diversi per i pezzi e che non ho usato lo sbieco, ma li ho cuciti normalmente. oh, e lei ha usato un pezzo di flanella dietro ciascun lato ma io ho usato un cotone pesante, quindi ho solo messo uno strato di ovatta per i quilts tra i due lati. oh… un’altra cosa: ne ho fatte sei invece di quattro, quindi ancora più fatica!

ho fatto le forme a mano libera e sono stata attenta di fare il coltello all’incontrario (grazie all’autrice originale, che ha fatto l’errore di disegnare i coltelli nella direzione corretta sul retro della carta adesiva, dunque rimanendo girati nel senso sbagliato sulla tovaglietta). se volete le mie sagome, si possono scaricare qui. (mi sono appena resa conto di aver scritto “cup” invece di “glass” sul foglio scaricabile. decidete voi che cosa scrivere. di solito “cup” è per un bicchiere di plastica o di metallo e “glass” è di vetro. ecco la vostra lezione di inglese per oggi!) consiglio sempre di incollare le foglie sui cartoni dei cereali (il mio supporto preferito!) e di tagliare le forme appena dentro le linee nere. il tutorial si trova nel post originale di sew like my mom. praticamente si disegnano le forme su heat-n-bond lite (o altro prodotto per le applicazioni), facendo 2 di ciascuno per ogni tovagliette che vuoi fare. si fissa con il ferro sul retro della stoffa e si tagliano le forme. si toglie la carta dal retro e di nuovo con il ferro, si attaccano sulla stoffa da sfondo. per evitare che si stacchino durante i lavaggi, si deve cucire con uno zig zag fitto lungo tutti i bordi. sarò franca: questa parte è una bella rottura del sedere. soprattutto quelle forchette!! ma si deve fare.

se lasci i pezzi non finiti sul tavolo da cucina, forse troverai che qualche piccolo aiutante avrà deciso di apparecchiare!

quando avrai finito con tutte le applicazioni, si cuciono i due lati insieme nel modo che preferisci. questa foto mi fa pensare che qualche anima sola ha apparecchiato per i suoi amici immaginari.e che si scoccia di stirare i tovaglioli lavabili.

usando un pennarello per le stoffe, scrivi i nomi dei pezzi. probabilmente si dovrà stirare la stoffa di nuovo per fissare l’inchiostro, ma è meglio controllare le istruzioni della marca del pennarello usato.

ed ecco fatto! sarai pronta per compagni di tavola di diverse lingue e diverse culture! buon appetito!

 

22 COMMENTS

  1. if that's you, erica, i'm so super duper glad that you like them! btw, i was going to add a picture raffaele took of a grumpy me sewing them (grumpy while sewing down those damn forks!), but i resisted the temptation! lol!

  2. These are PRECIOUS!! I'm so glad you made them and shared them because they're absolutely spectacular. Appliqueing those forks will make you want to stab yourself in the eye with one, huh? 🙂 Awesome, awesome placemats, I hope you love them for years to come!!

  3. Non ci credo!!
    arrivo con qualche anno di ritardo ma ho fatto lo stesso lavoro con i miei alunni a scuola! Ho usato una tovaglietta di sughero su cui ho disegnato le stoviglie ed ho aggiunto cartellini bilingue in italiano ed inglese che i bambini accoppiano al disegno.
    In questo modo imparano ad apparecchiare con ordine e memorizzano le parole inglesi che cerchiamo di usare sempre più spesso a tavola.
    Complimenti per le tue splendide idee!

  4. Ciao! Mi sto dilettando in questa tovaglietta in stile montessoriano per il mio bimbo di 2 anni che già porta in tavola il necessario ma inizia ad imparare ad apparecchiare correttamente. Che misure mi consigli per il punto zigzag di forhetta/coltello/cucchiaio? Grazie!

    • Ciao Valentina, ho regalato queste tovagliette e non ne ho più da vedere da vicino, ma direi che una larghezza punto di 1 o 2 massimo andrebbe bene. Lunghezza punto farei meno di 1, ma se ti piace l’effetto zig zag, potresti fare anche più lungo. Ti consiglio di fare qualche prova prima sui ritagli di stoffa per trovare l’effetto che ti piace di più! E mi raccomando, aspetto foto delle tovagliette finite! 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here