E’ arrivato quel periodo dell’anno!

Read this post in: English

sto ancora senza macchina fotografica, vi rendete conto?! vorrei fare un sacco di pubblicità negativa al negozio che mi sta combinando questi guai, ma mi trattengo…

quindi parliamo un po’ di regali di natale! per me, la scelta migliore è di autoprodurre regali. qualcuno lo sto facendo, anche se non riesco a farci qualche foto ancora per farvi vedere. (grrrr!!!!) la seconda scelta, nel caso di incompetenza manuale o mancanza di tempo, sarebbe di comprare gli oggetti fatti a mano. come dice alessia di alessia, scrap & craft, “Scegliere un regalo fatto a mano dimostra un affetto sincero e
vince il confronto con qualsiasi altro regalo anonimo e prodotto in serie. Il piacere di ricevere e di regalare oggetti unici fatti a mano non ha prezzo e dando la preferenza ad artisti ed artigiani italiani fai muovere la piccola economia del nostro paese. Questo Natale pensaci e scegli di regalare oggetti fatti con le mani e con il cuore, invece che con le macchine.” mi sembrano parole sagge, no? si può sostituire la parola “italiani” per qualunque zona in cui ti trovi.

e per me, ancora meglio sarebbe fatto a mano con materiali recuperati. basta fare una ricerca su etsy (preferbilmente nella tua zona geografica) su “repurposed” o “recycled”, ad esempio, e…mamma mia, quante cose bellissime!

così ho trovato recentemente irene, che produce degli accessori, giochetti, borse, ecc dalle stoffe recuperate. sono impazzita sia per la spilla pesce che per la fascia per capelli , e ho ordinato il pesce che si vede sopra (un regalo per me!).

ho anche trovato questi sottobicchieri fatti con le pagine di libri recuperati e il vetro dipinto. li ho ordinati e fatto spedire ad una amica per il suo matrimonio il mese scorso e ne vorrei ordinare altri per un’altra amica.

altri oggetti che sto tenendo d’occhio che mi piacciono molto sono questa spilla, quest’altra spilla, questo vaso fatto da lampadina con la piantina ad aria, e questi orecchini con i tasti di macchina da scrivere. (c’è un modo di dire in inglese “in one ear, out the other.” da quest’ultima venditrice ho già comprato questa collana.)

sto anche in un periodo di ossessione per i dischi di vinile. sono carini questi orecchini fatti da vecchi dischi e questi orecchini a forma di disco fatti da carta riciclata che ho visto esposti al mercatino “corto circuito” al lago d’averno.

un alternativa ai regali fatti a mano sono i libri. recentemente ho scoperto diversi libri per bambini molto interessanti perché stimolano la creatività. l’anno scorso un’amica ha regalato questo libro a mia figlia ed è ancora una preferita a casa nostra. si disegna intorno alla mano in modi diversi e si trasforma la sagoma in diversi animali. (l’originale in inglese sarebbe questo.) non c’è bisogno di sapere leggere perché le istruzioni disegnati sono molto chiari.

un’altro regalo molto apprezzato è stato questo libro qui (che non sono riuscita a trovare in italiano). si fanno le impronte digitali con l’inchiostro e si fanno diventare personcine, animali, ecc con brillantini e il pennarello in delle scene disegnate. neanche per questo libro è necessario saper leggere.

e in fine, la linea di libri scarabocchi. questo libro per ragazze è stato regalato a mia figlia, ma ci sono tante versioni diversi, tipo per ragazzi, dinosauri, al telefono, ecc. (qui c’è l’originale in inglese) ci sono delle scene che si devono completare. ci piace questo libro, ma sarebbe meglio per bimbi che possono leggere le indicazioni in ogni pagina. mia figlia si scoccia di non poterlo fare per conto suo senza chiedermi che c’è scritto.

un’amica mi ha segnalato un cd per bimbi da un gruppo che mi piace. normalmente non sopporto più di tanto la musica per bambini perché spesso la trovo “stupida” e troppo semplice. non capisco perché uno deve pensare che i piccoli non sono in grado di apprezzare la musica più complessa. non ho sentito questo disco, ma lo voglio ordinare. si possono sentire delle parti dei brani qui su amazon americano e mi sembrano molto interessanti, divertenti ma intelligenti.

 

Leave a Comment