Come fare la fettuccia con magliette riciclate

23

Read this post in: English

la settimana scorsa ho cominciato un nuovo progetto con questo bellissimo filato fai-da-te. da che cosa l’ho fatto? da vecchie magliette!

ce ne sono tantissimi modi per riciclare le magliette che non usi più, ma questo è un modo meraviglioso per quelle magliette macchiate, ristrette nella lavatrice, scolorite, eccessivamente consumate, ecc. facendone il filato (e poi lavorando questo filato) non si notano più tutti questi difetti. procediamo a come fare questa materiale.

1.  trova delle magliette che non ti servono più, anche quelle che sono più disastrate. si può fare questo progetto solo con i forbici, ma diventa una cosa velocissima e semplicissima se usi una rotella e un piano taglio molto grande. è la prima volta che uso questi due attrezzi, ed è stata una rivelazione per me! (metto i link ai prodotti che ho usato io dove li ho comprati.)

2.  per prima elimina la piega in basso della maglietta. poi comincia a tagliare strisce da un lato all’altro lasciando circa 2 o 3 cm su un lato senza tagliare. per il progetto che ho fatto io, ho fatto strisce larghe 2 cm, ma se hai una maglietta sottile, conviene fare le strisce più larghe. non è necessario fare le strisce perfettamente uguali perché comunque un progetto fatto con questo filato avrà sempre piccole imperfezioni, ma a me piace questo effetto (meno male, visto che ho sempre la tendenza di fare le cose in modo non attentissimo!). farlo con una maglietta con le strisce orizzontali è molto facile.

3. continua a fare queste strisce fino all’ascella della maglietta, dove staccherai completamente le strisce dalla parte superiore della maglietta (cioè, tagliando completamente da un lato all’altro). poi apri la piega della maglietta. con i forbici, fa un taglio obliquo dal bordo all’altezza della piega fino all’interno della prima striscia. vedi come sono posizionati i forbici nella foto (che non è messo a fuoco perché ho avuto difficoltà a tenere sia i forbici che la macchina fotografica!). poi continua a tagliare dalla parte destra di ogni strisce in basso in modo obliquo alla parte sinistra della striscia in alto di fronte. facendo così, avrai una lunga striscia continua. le parti tagliate in obliquo non saranno perfette, ma sinceramente non importa alla fine. un altro modo senza la rotella e solo con i forbici sarebbe di tagliare uno spirale salendo il tronco della maglietta, ma sarebbe più difficile fare le strisce regolari.

4.  potresti lasciare così, ma visto che ogni maglietta non dà proprio tantissimo filato, preferisco anche usare la parte superiore della maglietta. quindi, disponendo la maglietta sul piano taglio, togli le maniche.

5.  poi taglia delle strisce sempre della stessa larghezza di prima. quando arrivi al collo, potresti alzare la parte davanti per poter fare qualche striscia in più solo dalla parte dietro (che di solito va più in alto che davanti).

6. ora dobbiamo unire tutte queste striscie sparse. un modo che ho fatto per quasi tutte le magliette è stato semplicemente di cucire le loro estremità insieme con la macchina tagliacuci. farlo con una macchina per cucire normale è difficile perché c’è troppa elasticità nella stoffa. un’altra possibilità (che però rende il risultato finale un po’ meno regolare, ma non è un grande problema perché il tuo risultato non sarà mai perfettamente regolare usando questa “lana”) e di legare le stricie con i nodi. ad entrambi le estremità di ciascuna striscia, piega un pochino e fa un taglio piccolo con i forbici.

7.  inserisci l’estremità di una striscia corta dentro il foro fatto nella estremità della striscia lunga e continua fatta dal tronco della maglietta. non cercare di unire prima tutte le strisce corte e poi unire quelle a quella lunga (come ho fatto io la prima volta). dovrai poi passare tutta la lunghezza attraverso quel foro e sarà una bella scocciatura.

 

8. inserisci l’altra estremità della striscia corta nel foro dall’atro lato, facendo un cerchio.

9.  e tira quella estremità per fare un nodo. non tirare tanto o si può strappare il foro.

10.  quando avrai unito tutte le striscie, fa una palla del tuo filato. e va a caccia di ogni maglietta vecchia che hai in casa per farne tantissimo filato!

per lavorare questo filato, bisogna usare i ferri (o uncinetto) grandi. io ho usato quelli di 13 mm e mi sono trovata bene. sto ancora finendo il mio progetto usando questa roba, quindi resterà ancora un segreto. ma spero di potervi far vedere fra qualche giorno! non dimenticate di tornare per vedere! (edit: eccolo qui ed ecco anche un altro progetto!)

23 COMMENTS

  1. ciao calendula! è una macchina con diversi aghi (da 3 a 5) e una lama, quindi taglia la stoffa appena prima che il bordo viene cucito con diversi fili. se ti piace molto cucire, è una meraviglia, anche se costicchia. io la uso molto e infatti, funziona benissimo per la maglina. per darti un'idea, ecco alcune macchine della bernina.

  2. Ciao, ho appena scoperto il tuo blog e quest'idea per riciclare le magliette mi ha davvero colpito!
    Mi è venuto in mente che per tagliare strisce regolari con le forbici procedendo a spirale si potrebbe attaccare alla maglietta dello scotch di carta largo tanto quanto le strisce che si vogliono ricavare e poi usare i bordi dello scotch come guida. Dovrebbe funzionare, no?
    Oltretutto lo scotch aiuterebbe anche nel tenere ferma la maglina.
    Appena avrò un po' di tempo proverò!

  3. benvenuta, chiara! 🙂 veramente non è necessario tagliare delle strisce completamente regolari perché si arrotolano un po' mentre si lavorano e non si nota neanche se sono un po' irregolari. poi, secondo me, un po' di irregolarietà aggiunge un elemento di interesse! ma sì, potresti usare lo scotch di carta, anche se non è necessario tenere ferma la maglina mentre si taglia, solo se hai intenzione di cucirla. ma anche se usi le forbici invece della rotella, è molto più semplice se tagli nel modo che descrivo io che in uno spirale.
    se lo provi, fammi sapere come va! 🙂 lisa

    • Hi Havalah! I agree, it’s a shame to waste old shirts. I usually refashion my old shirts into new clothing, but what I love about making t shirt yarn is that you can even use the ones that are in awful condition, with rips or stains, or in a materials you don’t want to wear. I will only wear 100% natural fibers for shirts, so I can use my old poly/cotton blend shirts this way, too!

    • Ciao Laura! Ma quel metodo è esattamente quello che propongo qui! L’unica differenza è che io non piego la maglietta, ma non crea alcuna differenza. Il metodo che dici tu si usa solo per recuperare la stoffa sopra le ascelle, quindi dove non si può più tagliare in tondo. E purtroppo non funziona per unire i vari gomitoli, perché bisogna passare TUTTO il filato attraverso quel taglietto, ed è piuttosto scocciante!

      • Forse non ho capito bene, ma qui mi sembra che tu tagli interamente le strisce e poi le riunisci tutte attraverso i taglienti, giusto? Quest’altro metodo invece prevede di lasciare, senza tagliare, un paio di cm in fondo ad ogni striscia. Quando le hai tagliate tutte, allarghi la maglietta portando davanti a te il lato in cui sono ancora tutte unite e quindi procedi tagliando in diagonale. In questo modo avrai un unico lungo gomitolo, senza dover fare le giunzioni.
        In ogni caso nei vari tutorial che si trovano online è ancora più chiaro di come posso averlo spiegato io senza figure :P.

        • Guarda i passi n° 1 e 2 qui sopra, e vedrai che ho fatto esattamente come spieghi tu! Si lascia un pochino di stoffa intatto sopra, poi si taglia in diagonale! Si devono fare le giunzioni SOLO per le zone dove ci sono le maniche che non permettono di tagliare in tondo così. Non si deve usare per forza quella parte, ma io preferisco usare il più possibile della stoffa! 🙂

          • Ok, cancella tutti i miei commenti precedenti 😛 Io continuavo a leggere solo dalla metà del post in giù… Scema io! :/
            Magari il prossimo post me lo leggo direttamente in inglese che forse capisco meglio!
            Comunque, idea geniale come al solito: così la maglietta si sfrutta completamente.
            Ti prego di scusare la mia rimbambitaggine 🙁

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here