Zenzero candito e liquore di finocchietto: due ricette

8

Read this post in: English

Un amico ha recentemente scoperto la gioia dello zenzero candito e si è messo alla ricerca di un modo di farlo a casa. Visto che anche a me piace tanto e poi fa pure molto bene, ho chiesto la sua ricetta. Ci ho provato ed è uscito molto bene, anche se un po’ diverso da come si trova nei negozi.

  1. si pela lo zenzero fresco e si taglia a fetta di circa 5mm di spessore.
  2. metti lo zenzero tagliato in una pentola, copri con l’acqua (io l’ho messo a coprire, e poi un’altra volta tanto), e fallo bollire circa 20 minuti.
  3. scola lo zenzero, tenendo da parte l’acqua usata. fa raffreddare sia lo zenzero che l’acqua.
  4. pesa lo zenzero, poi rimetti nella pentola e coprire con l’acqua della prima cottura (che dovrebbe essere solo abbastanza per coprire lo zenzero).
  5. quando bolle l’acqua, aggiungi lo stesso peso di zucchero che dello zenzero. fa bollire 20-30 minuti, girando ogni tanto e stando attento che lo zucchero non si brucia. in teoria lo zenzero dovrebbe iniziare a diventare trasparente, ma non siamo riusciti ad arrivare a questo, solo un pochino ai bordi.
  6. togli lo zenzero e farlo asciugare. l’acqua è ottima raffreddata e usata come sciroppo con acqua fresca per una bevanda rinfrescante.

L’estate scorso abbiamo passato qualche giorno al mare di Acciaroli, dormendo a Pollica, un posto veramente meraviglioso dove andiamo da anni. Lì si mangia benissimo e una delle cose che ci fa sempre emozionare è cucinare con il finocchietto selvatico (nella foto sullo sfondo delle colline cilentane). Ho sempre voluto fare il liquore di finocchietto selvatico e finalmente l’ho fatto. Purtroppo questo lo scrivo un po’ tardi e se ti interessa, dovrai aspettare l’estate prossimo. Ecco come ho fatto:

  1. lava e fa asciugare completamente un paio di manciate di fiori di finocchietto selvatico.
  2. metti in un barattolo a chiusura ermetica con 1 litro di alcool. posa in un posto al riparo della luce per una trentina di giorni.
  3. arrivato il 30° giorno, fa uno sciroppo, bollendo 1 litro di acqua e 800 grammi di zucchero per 15 minuti. poi fallo raffreddare.
  4. quando e completamente raffreddato, filtra i fiori dall’alcool, mescola l’alcool e lo sciroppo e metti il tutto di nuovo nel barattolo ermetico. lascia di nuovo 4-5 giorni in al riparo della luce.
  5. filtra il tutto e metti in una bottiglia un po’ più carina. aspetta almeno 3 mesi prima di berlo.

Buon appetito!

SHARE
Previous articleAuguri, Santa Sofia!
Next articleCompost

8 COMMENTS

  1. mio marito è sempre andato con la famiglia ad acciaroli da quando era piccolo. ogni anno andiamo nel cilento anche se ora spesso andiamo in altri posti perché c'è troppa confusione ad acciaroli e costa più degli altri posti!

  2. interesting! i knew that ginger is good for digestion, but not about motion sickness. my little girl suffers from car sickness, but i'm afraid she won't want the ginger flavor. but i will try! thanks for the tip!

  3. Hi Lisa,
    I love your blog and your generosity.
    Would you please let me know where can I get the seeds for the finnocchietto flowers?
    I am from the Northen part of USA, and here we have a lot of wild Queens Ann Lace.
    Thank you Lisa and keep up the work.
    Julia

    • Thank you for your kind words, Julia! The finocchietto flowers that I use frow wild in the summer in the area of Italy that I live in, and therefore they have a very strong and special fragrance. (And yes, the flower structure does somewhat resemble that of Queen Anne’s Lace.) I know that people also make this liquor from fennel seeds, which you can buy in natural food shops. I’m not sure how many to use, but I’d say that it would be better to err on the generous side, just to be safe! Let me know if you try it this way!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here