E da mutandina a…

Read this post in: English

Chissà che cosa stavo pensando quando ho comprato queste mutandine un paio di anni fa. Evidentemente avevo la delusione che il mio sederone era tornato ad essere quello di quando avevo 18 anni, idea piuttosto improbabile. E chiaramente non sono riuscita ad usarle più di due volte per la sensazione poco gradevole di…. Va be’, preferisco non essere volgare. Avete capito lo stesso.

Visto che ho già fatto la trasformazione da qualcosa in mutandine, ho deciso di fare il contrario e di trasformare delle mutandine in qualcos’altra. Ma per quanto sono carini questi tessuti, ce n’era ben poco di ciascuno (come si vede!). E quindi ho fatto l’unica cosa che mi veniva in mente: di tagliare e far seccare i fiori e foglie della mia pianta di lavanda e fare quelle buste fragranti da mettere nei cassetti.
Sinceramente, la stoffa elastica come questa (che è come quella delle magliette) non è molto addatta a questo lavoretto perché i pezzetti di lavanda si attaccano e non scendono bene nella busta. E spuntano fuori a volte. Cotone normale sarebbe stato molto meglio. Ma meno divertente e soddisfacente! Questo ho fatto invece delle tante cose che dovrei fare. Domenica partiamo per un giorno di scalo a Madrid, poi 3 settimane a Boston (da dove vengo io) e poi 3 settimane in Colombia (a trovare amici) e ho una montagna di regali da cucire, borse da preparare, spagnolo da imparare di nuovo miracolosamente….

Leave a Comment